Milano, Expo – No Expo| The Day After

31 maggio 2008 a Parigi, l’Italia di ogni colore politico festeggia unita l’aggiudicazione dell’Esposizione del 2015.

01 maggio 2015 : Milano è al centro del Mondo.

Mentre duecentomila persone nella prima giornata percorrono il sito di Rho-Fiera,  al centro della città di Milano un corteo contro la precarietà dei lavoratori nei cantieri di Expo e contro lo spreco di denaro pubblico disturba la festa.

Auto bruciate, vetrine rotte, 11 agenti feriti, lanciati 400 lacrimogeni. L’ipotesi di reato è ‘devastazione’ con pene fino a 15 anni di carcere.

“Dalla Regione 1, 5 milioni per le 50 auto distrutte e i 30 negozi devastati “

 

Luigi Ferrarella
 foto by Luigi Ferrarella

Il corteo parte alle 15 in modo pacifico  da piazza XXIV Maggio.

Percorso previsto la circonvallazione esterna, lungo corso Ticinese, fino a Pagano, in modo da evitare contatti con il centro cittadino e Largo Cairoli, dove si trova l’Expo Gate.

Dopo circa un’ora , in corso Magenta scoppia il caos. Incappucciati e black bloc, cambiano volto al corteo, con asce, bastoni, e martelli colpiscono vetrine  fermate autobus e distruggono le telecamere di sicurezza.

Nello stesso momento, a pochi chilometri dal centro, nella zona Nord-Ovest adiacente alla città di Rho,  si svolge  la prima giornata di Expo 2015.

Positivo il giudizio di chi ha visitato il sito nel primo giorno.

Nonostante il cattivo tempo e le contestazioni,  oltre duecentomila visitatori hanno varcato le porte di Rho-Fiera per visitare l’ Esposizione Universale di Milano.

in 110 ettari sono ospitati i 145 Paesi che partecipano al grande evento

80 padiglioni di cui 54 costruiti direttamente dai paesi coinvolti

visitatori milano

I target finanziari per i 6 mesi che durerà l’esposizione non sono ufficialmente calcolati, ma secondo le stime del New York Times è atteso un fatturato di 10 miliardi di euro, 19 mila posti di lavoro all’interno del sito, poco meno di 80 mila all’esterno.

Il centro di ricerca CERTeT – Università Bocconi ha stimato che l’attrattività turistica della manifestazione frutterà alla città 3,5 miliardi e un impatto sulla produzione di 9,4 miliardi di euro.

Non sono ancora stati pubblicati i conti 2014, ma sembrerebbe che la previsione dei costi sia stata rispettata attestandosi sotto l’ 1,3 miliardi di euro messo a budget.

Le architetture incantevoli dei padiglioni, le suggestioni visive dei loro interni, i touch screen sui quali è possibile scoprire ricette, ingredienti, sapori di Paesi lontani. Ma anche tradizioni.

Lo sapevate – per esempio – che in Qatar non si può bere il caffè con la mano sinistra, ma la tazzina va tenuta solamente con la mano destra? E che in questo paese è stato creato un giardino botanico con le erbe citate nel Corano?

oggi 02 maggio 2015

secondo giorno di expo 2015 è già boom di visitatori. Il Decumano – il viale principale dal quale si accede, a destra e a sinistra, ai vari padiglioni – è un fiume di gente. Sono arrivati anche migliaia di studenti, ci sono molte famiglie e tantissimi stranieri. D’altra parte, come è ormai noto, il mondo è qui!

I padiglioni più belli 

Padiglione Zero, è la porta di ingresso al sito di Expo, progettato da Michele De Lucchi per raccontare la storia dell’umanità. 

Milano Padiglione Zero

Padiglione ITALIA: Tema della partecipazione “Vivaio Italia”

Il concept
Il vivaio è una metafora rappresentativa di uno spazio che aiuta progetti e talenti a germogliare, offrendo loro un terreno fertile, dando accoglienza e visibilità alle energie giovani. L’albero è il simbolo della vita, della natura primigenia, icona centrale intorno a cui disporre tutti i contenuti. In una lettura orizzontale della pianta, il disegno delle radici collega tra loro le diverse zone, in particolar modo quelle dedicate alle Regioni.

padiglione italia

 

Padiglione Emirati Arabi Uniti:

Tema della partecpazione “Cibo per la mente – Delineare e condividere il futuro”

Il Concept
Il Padiglione degli Emirati Arabi Uniti esplora le sfide reali che si presentano nel nutrire il pianeta, in particolare nei temi intrecciati di terra, cibo, energia e acqua.

padiglione emirati arabi

Padiglione Azerbaijian : Tema della partecipazione “Protezione dei cibi biologici e della biodiversità per le generazioni future”

Uno dei padiglioni più spettacolari, dedicato alla protezione del territorio e delle produzioni locali.

Padiglione Brasile:Tema della partecipazione “Sfamare il mondo con soluzioni”

padiglione brasile milano

Il padiglione a firma dello Studio Arthur Casas, traduce architettonicamente la metafora della rete, della flessibilità e della decentralizzazione. Il Brasile mostra ai visitatori di Expo Milano 2015 tutte le possibilità in fase di studio e di realizzazione per aumentare e diversificare la produzione alimentare e venire così incontro alla domanda di cibo del mondo intero, usando tecnologie avanzate in modo sostenibile.

Padiglione Germania: Il tema: “Fields of Ideas”Curiosità

milano padiglione germania

Alla Germania lo spazio più grande!

La Germania si propone ad Expo Milano 2015 con il padiglione “Fields of Ideas” con l’esortazione a partecipare e con un “paesaggio” vivace, fruttuoso e ricco di idee. Il tema dell’esposizione mondiale è “Feeding the Planet, Energy for Life“.

i cibi più strani di expo 2015

Per chi ha voglia di provare stranezze culinarie dovrà certamente visitare il padiglione Vietnam dove troverà cavallette e vino di serpente. 

Larve di bambù, scorpioni ricoperti di cioccolata, larve della farina, vodka allo scorpione, misto di pupe (la fase di crescita tra larva e insetto), larve di cereali, termiti disidratate, cavallette, coleotteri, larve giganti al cioccolato e tarantole arrostite. Sono solo alcune delle specialità culinarie presentate ad Expo.

Secondo la Fao gli insetti potrebbero avere un ruolo importante sia nell’alimentazione umana che in quella animale e rappresentare una risposta concreta alla sfida del millennio: nel mondo sono oltre 1900 le specie di insetti commestibili di cui si cibano circa 2 miliardi di esseri umani.

.milano cibi incredibili  

 
Cosa hanno scritto alcuni quotidiani e periodici nel mondo su Expo 2015 
The New York Times : Food, Italy and Milan: Expo 2015 Seeks to Feed the Planet
milano new york times
 
The Guardian: Expo 2015 in Milan is – for the hopeful – a sign that Italy is back on its feet
The Guardian Milano
El Pais: Las autoridades italianas tienen una gran capacidad para prever graves altercados, pero casi ninguna para evitarlos.
Foto El Pais / EFE/ Reuters Live 
El pais milan
  Satira : Non Sai Satira| Maurizio Boscarol
satira milano
 
Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *