Luminance Ratio : la quantità di luce e ombra che penetra nel suono. Intervista

luminance-ratio

 

Tornano in tour i Luminance Ratio per presentare il loro ultimo album “Honey ant Dreaming” e intanto hanno già pronto un altro progetto con gli inglesi GNOD.

I Luminance Ratio sono Gianmaria Aprile, Andrea Ics Ferraris, Luca Mauri e Luca Sigurtà.
Dopo i due validi “Like Little Garrisons Besieged” (2009) e “Reverie” (2013) e dopo i tre split 7” in affiancamento a nomi autorevoli della scena elettroacustica (rispettivamente: Steve Roden, Oren Ambarchi e Yannis Kyriakides), arriva il più “muscolare” “Honey ant Dreaming” una riuscitissima commistione di elettroacustica e psichedelia.

Sabato 17 settembre i Luminance Ratio si esibiranno in una live performance al Mumble Rumble evento organizzato da OHMe & AUT AUT Promotion.

Appena tornati in albergo dopo il primo live del tour i Luminance Ratio ci concedono un po’ del loro tempo per rispondere alle nostre domande.

Come e quando Ginmaria Aprile, Andrea Ics Ferraris, Luca Mauri e Luca Sigurtà, quattro sound artists già impegnati in altri importanti progetti, diventano Luminance Ratio? Come lavorate insieme?

Inizialmente il progetto nasce come trio: Gianmaria, Andrea e Eugenio Maggi (pubblicando il primo disco) successivamente si sono aggiunti Luca Mauri e Luca sigurtà . Anche se siamo distanti geograficamente , riusciamo a incontrarci per lunghe sessioni di prove e di registrazione..

Quanto è appropriato il nome del gruppo alla musica che viene fuori?

Metaforicamente è la quantità di luce e ombra che penetra nel suono che creiamo.

Partendo dal presupposto che ogni vostro album è stato accolto con entusiasmo da critica e pubblico, la musica dei Luminarie Ratio è stata più volte definita come “difficile da etichettare”. Da “Like Little Garrisons Besieged” album di esordio a “REVERIE” arrivando all’ ultimo “HONEY ANT DREAMING”. In che termini possiamo tradurre il vostro linguaggio musicale ?

Il nostro punto di forza è l’unione delle nostre personali esperienze musicali, nasce così un suono dall’impronta sicuramente psichedelica, e al tempo stesso elettronica.

luminance-ratio01

A maggio 2016 è uscito “HONEY ANT DREAMING”. La tempesta dopo la quiete?
È un disco più “muscolare” , energico rispetto agli altri..e rispecchia maggiormente il nostro sound dei live.
Lo abbiamo registrato e assemblato nel nostro studio.

Da chi siete stati contattati per suonare a Salerno?
Siamo entrati in contatto con Enzo Schiavo e Antonio Ciarletta (giornalista di Blow Up) e successivamente con i ragazzi del Mumble Rumble.

Come prenderà forma la vostra performance al Mumble Rumble il prossimo 17 settembre? Abbiamo sentito che dal vivo siete imperdibili.

Quello che offriremo domani sera sarà un live molto energico e denso. Un unico set, senza pause, con diversi cambi di situazione al suo interno. Lavoriamo molto sulle atmosfere e sulle timbriche degli strumenti .

Interessantissima la collaborazione con gli inglesi GNOD . Di cosa si tratta?

Stiamo preparando uno split con la band inglese, proprio in questo periodo. Dopo aver apprezzato la loro musica, abbiamo avuto l’ocassione di incontrarli e da lì è nata l’idea di collaborare insieme.

Grazie per averci dedicato il vostro tempo.

Grazie a voi

 

 

Note: Le immagini presenti nell’articolo sono di proprietà di  Gianpaolo del Bove autore degli scatti.

Si ringrazia i Luminance Ratio e Gianpaolo del Bove per aver fornito le immagini.